Esami in corsi non giuridici o in corsi triennali di altro ateneo

(delibera di massima della Commissione crediti e opzioni - seduta del 14 aprile 2024)

  • Diritto costituzionale e Istituzioni di diritto privato. Riconoscimento pieno [se l’esame superato altrove, come peso in crediti, è superiore, uguale o inferiore di non più di 2 crediti rispetto a quello previsto nel corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Ferrara e Rovigo)] oppure riconoscimento per la parte corrispondente ai crediti effettivamente maturati nel precedente corso di studio.
  • Altri esami obbligatori di diritto positivo. Riconoscimento per non più di due terzi del peso dell’esame, anche qualora i crediti conseguiti nel precedente corso di studio siano maggiori rispetto a quelli previsti, nel medesimo insegnamento, dal corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Ferrara e Rovigo). Ci si riserva, eventualmente, di accordare ritocchi alla soglia massima consentita qualora lo studente svolga un’attività professionale che faccia evincere, nelle aree del diritto corrispondenti a determinati esami, il possesso di competenze che autorizzino un riconoscimento maggiore.
  • Esami obbligatori non di diritto positivo. Riconoscimento pieno [se l’esame superato altrove, come peso in crediti, è superiore, uguale o inferiore di non più di 2 crediti rispetto a quello previsto nel corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Ferrara e Rovigo)] oppure riconoscimento per la parte corrispondente ai crediti effettivamente maturati. Viene resa possibile la deroga dell’esame di Metodologia e logica giuridica (6 crediti) nel caso in cui lo studente, nel precedente corso di studio, abbia superato un esame di settore scientifico-disciplinare IUS/20 per un numero di crediti sufficiente a tal fine. Analogamente, viene resa possibile la deroga dell’esame di Istituzioni di diritto romano (9 crediti) o dell’esame di Diritto romano (6 crediti), nel caso in cui lo studente, nel precedente corso di studio, abbia superato un esame di settore scientifico-disciplinare IUS/18 per un numero di crediti sufficiente in tal senso. La possibilità di deroga dell’uno o dell’altro esame, in questo caso, è rimessa all’effettivo programma d’esame seguito nel precedente corso di studio.
  • Lingua inglese giuridica. Riconoscimento pieno qualora l’esame di Inglese sia stato superato in ambito universitario (a prescindere dal corso di studio in cui ciò sia avvenuto) per almeno 4 crediti. Riconoscimento parziale (3 crediti su 6) qualora nel precedente corso di studio l’esame di Inglese sia stato riconosciuto da certificazione linguistica extra-universitaria.
  • Attività a scelta di tipo C. Riconoscimento nella misura più ampia possibile, considerando gli esami afferenti a settori scientifico-disciplinari previsti nell’attività formativa C dall’ordinamento del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Ferrara o Rovigo).
  • Attività a scelta di tipo D. Riconoscimento nella misura più ampia possibile, eventualmente considerando a tal fine anche esami di settore scientifico-disciplinare non presente nell’ordinamento del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Ferrara o Rovigo).
  • Esami in sovrannumero. Riconoscimento nel solo caso in cui gli esami siano di settore scientifico-disciplinare presente nell’ordinamento del corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Ferrara o Rovigo) e non oltre la quota crediti prevista in tal senso dal Regolamento studentesse e studenti dell’Università di Ferrara.