Esame di Laurea

Attività preparatoria e discussione della dissertazione

I crediti relativi alla prova finale (36 cfu) sono suddivisi in due attività distinte:

  • attività preparatoria (28 cfu)
  • discussione della dissertazione (8 cfu)

L’obiettivo principale di questa suddivisione risiede principalmente nella necessità di rendicontare il numero di crediti ottenuti all'estero dagli studenti che effettuano una mobilità per ricerca tesi o che partecipano al  Programma Erasmus+

In parallelo, è necessario anche prevedere la possibilità di convalidare i crediti di elaborazione della tesi finale per favorire gli studenti beneficiari di borsa di studio ER-go garantendo il rispetto della soglia minima di crediti necessari al mantenimento dei benefici.

La registrazione dei crediti relativi all'attività preparatoria potrà avvenire nelle seguenti modalità:

  • per attività preparatoria effettuata all'estero (attraverso il programma Erasmus o altro soggiorno internazionale), la registrazione verrà effettuata dalla Segreteria Studenti a seguito di convalida da parte della struttura didattica competente.
  • per gli studenti che devono certificare il rispetto della soglia minima di crediti necessari al mantenimento dei benefici ER-go, effettueranno la registrazione dell’attività preparatoria i singoli relatori di tesi entro le scadenze previste da ER-go o comunque entro la scadenza della presentazione della domanda di laurea.
  • per gli studenti che non evidenziano alcuna necessità specifica, la registrazione di entrambe le attività sarà effettuata dalla Segreteria Studenti in fase di chiusura della carriera per conseguimento titolo.

Date e scadenze appelli

Per informazioni sulle date e scadenze degli appelli di Laurea, consulta la Bacheca Appelli

Seleziona il Dipartimento di Studi Umanistici e il tuo corso di studio

Calendario lauree

Per informazioni sulle date di laurea non ancora pubblicate nella Bacheca Appelli consulta il Calendario lauree pubblicato nel sito del Dipartimento di Studi Umanistici

Come presentare domanda di laurea

Tutte le informazioni sulla documentazione da presentare e sulle procedure per laurearsi, le trovi sul sito di Unife alla pagina Presentare domanda di laurea

Modalità di svolgimento della prova finale e punteggio

Alla prova finale è riservato un numero elevato di crediti (36). Il lavoro richiesto implica, nella maggior parte dei casi, lo studio di reperti o di altre evidenze archeologiche inediti che vengono analizzati tramite metodologie di studio e/o analisi di laboratorio specialistici, richiedendo tempi di realizzazione di diversi mesi. Anche quando vengono affrontati studi bibliografici, questi devono riguardare tematiche specifiche e rappresentare lavori scientifici originali.

La Commissione di Laurea, in osservanza del Regolamento didattico e in linea con quanto stabilito dal Consiglio di Corso di Studio, adotta i seguenti criteri per la definizione del punteggio da attribuire al voto finale di laurea:

  1. la valutazione terrà conto, oltre che del percorso di studi di Laurea Magistrale, dell’impegno investito dal candidato nella preparazione della prova finale, della qualità dell’elaborato, e della chiarezza e correttezza espositiva durante la presentazione di fronte alla commissione.
  2. arrotondamento della media ponderata al valore intero superiore o inferiore alla frazione dello 0,5 della media stessa;
  3. il voto finale di laurea è collegiale con un massimo di 6 punti. Un punto in più è riconosciuto al laureando che si laurea in corso. Al massimo, quindi, possono essere attribuiti 7 punti.
  4. la lode è attribuita solo a coloro che abbiano effettivamente apportato un contributo originale alla conoscenza dell'argomento trattato, con decisione unanime da parte della Commissione di Laurea.
Punti aggiuntivi

sarà assegnato 1 punto aggiuntivo nella votazione finale di laurea agli studenti che abbiano effettuato almeno 24 crediti in esami sostenuti all'estero nei programmi di mobilità internazionale. Non verranno presi in considerazione ai fini dell'attribuzione del punto aggiuntivo i 28 crediti previsti per l’attività preparatoria della prova finale anche se svolti all'estero.

Il tempo a disposizione di ciascun laureando per la prova finale è di 20 minuti complessivi, di cui indicativamente 10 per l’esposizione e 10 per la discussione con i membri della commissione. Il laureando  dovrà inviare a tutti i membri della commissione un abstract di 250 parole in lingua italiana o in inglese.

La prova finale si svolgerà presso la sede di Ferrara

Relatore, Correlatore e Controrelatore

Regolamento Studenti - Art. 46

1. Il relatore è individuato nelle seguenti figure del nostro Ateneo:

  • Professore di ruolo;
  • Ricercatore;
  • Professore in anno sabbatico;
  • Professore supplente o a contratto o titolare di insegnamento dichiarato comune.

Il Relatore che in un determinato anno accademico cessa dal proprio ruolo di docente (dimissioni, pensionamento., trasferimento ecc), può seguire il laureando e mantenere la nomina di Relatore, fino alla conclusione della sessione straordinaria dell’anno accademico di cessazione dal servizio (marzo).

Per i corsi di studio interateneo/congiunti con altre Università il relatore può essere individuato nelle suddette figure dell’Ateneo partner.

2. Il secondo relatore assume gli stessi diritti e doveri del primo relatore e si individua nelle stesse figure del primo relatore. Inoltre, previa approvazione del Coordinatore del corso di studio, come secondo relatore, può essere individuato un docente di altro Ateneo italiano o straniero o una figura esterna con particolare competenza; e, in questo caso, il primo relatore deve comunque essere individuato tra le figure sopra indicate.

3. Il correlatore è una figura facoltativa, che ha la funzione di affiancare il Relatore/secondo relatore nell’assistenza e guida del laureando durante lo svolgimento della tesi/elaborato finale. Egli viene indicato dal Relatore/i al laureando; è, di norma, un esperto, docente universitario e non, italiano o di provenienza estera, di provata competenza nell’argomento della tesi prescelta. Il suo nome può comparire sul frontespizio dell’elaborato finale.

Nel caso sia individuato un esperto della materia o un docente di altro Ateneo – italiano o straniero - il suo nome può essere aggregato, in sovrannumero, alla Commissione di esame finale, ma senza diritto di voto.

Le strutture didattiche competenti possono prevedere l’obbligatorietà della figura del Correlatore in tutti o in alcuni corsi di studio loro afferenti.

Caratteristiche della tesi

La prova finale consiste nell'esposizione e discussione in seduta pubblica, ad una commissione appositamente designata, di una dissertazione scritta (tesi) finalizzata a dimostrare l'acquisizione di specifiche competenze scientifiche e una capacità di elaborazione originale e critica.

L'argomento della tesi può riguardare una qualunque delle discipline del corso di studi, oppure essere inserita in una fase di tirocinio o stage presso istituzioni ed imprese esterne su un tema proposto da uno o più docenti.

I criteri per la valutazione conclusiva e per l'assegnazione del punteggio di laurea tengono conto della carriera dello studente nel corso di Laurea Magistrale, dei tempi e delle modalità di acquisizione dei crediti formativi e della prova finale, nonché di ogni altro elemento rilevante.

La votazione finale verrà assegnata attribuendo un punteggio da sommare alla media ponderata ottenuta durante il percorso della magistrale. I punti assegnati per l'elaborato finale si baseranno sui seguenti criteri:

  1. originalità del lavoro
  2. importanza dei risultati ottenuti
  3. mole dei dati trattati
  4. possibilità di pubblicazione della ricerca svolta
  5. rigore dell'impianto metodologico
  6. accuratezza e completezza del lavoro di tesi.

Alla prova verrà attribuito un voto finale espresso in centodecimi con eventuale lode. La tesi potrà anche essere scritta in una lingua europea diversa dall'Italiano. In questo caso, la tesi dovrà essere accompagnata da un sunto in lingua Italiana.

Si ricorda che la tesi va caricata in formato digitale durante la procedura di conseguimento titolo online.

Nel caso la tesi sia redatta in lingua straniera, dovrà essere necessariamente corredata di una breve sintesi in italiano. Anche questo file in pdf va inserito on line.

Non sono richieste copie cartacee della tesi.

 

Scrivere la tesi

Informazioni generali:

  • La tesi completa del frontespizio va caricata in formato digitale durante la procedura di conseguimento titolo online.
  • Unife non richiede copie cartacee della tesi - Nulla va consegnato alla segreteria studenti.

Ti può essere utile anche:

Presentazioni multimediali

I laureandi che intendono utilizzare presentazioni multimediali in seduta di laurea devono attenersi alle procedure sotto indicate:

Caratteristiche delle presentazioni:

  • Formato:
    La presentazione dovrà essere prodotta in un formato Microsoft Powerpoint o in formato PDF.

  • Indicazioni generali
    Dato il tempo limitato a disposizione del laureando (10 minuti  circa) si consiglia di preparare una presentazione snella, con poche diapositive impaginate in maniera sobria.

Si raccomanda di portare una chiavetta usb con inserito solo il file della tesi nominato con il proprio nome e cognome

Norme di comportamento

La festa di laurea è un momento di gioia per tutti. Anche per noi. Ti chiediamo però di rispettare locali ed esterni, evitando di imbrattarli. Non usare i coriandoli, specie quelli di plastica: danneggiano l'ambiente.