Esame di Laurea

Calendario delle lauree

a.a. 2022/2023

Sessione estiva 20 luglio 2023
Sessione autunnale primo appello 6 ottobre 2023

Sessione autunnale secondo appello 4 dicembre 2023
Sessione Straordinaria 20 febbraio 2024

a.a. 2021/2022

Sessione estiva 14 luglio 2022
Sessione autunnale 3 novembre 2022
Sessione Straordinaria 2 marzo 2023

Relatore-Controrelatore

Il relatore va individuato almeno 8/10 mesi prima della sessione di laurea prescelta.

Gli studenti dovranno innanzitutto scegliere, tra quelli appartenenti al Corso di laurea in Lingue e letterature moderne, un docente che ricoprirà la figura del Relatore della tesi da svolgere. Tale decisione è prerogativa dello studente, il quale può orientarsi in base alla personale inclinazione per una particolare disciplina o tematica.

Il Relatore non deve essere necessariamente strutturato all’interno del Corso di laurea, vale a dire che può essere anche un docente a contratto. Nel caso in cui la preferenza dello studente ricada su di una materia svolta da un docente a contratto, e perciò non si abbia la certezza che nel successivo anno accademico gli sia attribuito un nuovo incarico nel Corso di laurea, lo studente, d’accordo con il docente stesso, sceglierà un secondo docente (non necessariamente strutturato), che potrà svolgere la funzione di Correlatore della tesi di laurea e garantire l’assistenza necessaria nel caso in cui il Relatore-contrattista non sia più disponibile nel successivo anno accademico. Il docente può rifiutare nei casi in cui abbia comunicato al Consiglio di Corso di studio un eccesso di carico didattico, CdS che può allora, con il consenso dello studente, attribuire l’assegnazione e la relazione della tesi di laurea ad altro docente, anche in una disciplina diversa da quella inizialmente indicata dallo studente.

Lo/la studente/ssa deve indicare, nella domanda di laurea, anche la figura del CONTRORELATORE, sentito il Relatore.

Corsi obbligatori per laureandi organizzati dal Sistema Bibliotecario d’Ateneo

  1. I due corsi risorse bibliografiche citazioni bibliografiche sono tutti e due obbligatori;
  2. NON sono in streaming li potete seguire quando volete i dettagli li trovate sul sito del Sistema bibliotecario

    La verifica della frequenza dei suddetti corsi sarà svolta dal relatore, che chiederà allo studente, all’atto di assegnazione della tesi, la contestuale consegna di una copia dell’attestato digitale di partecipazione ai suddetti corsi dello SBA.

    Criteri stesura elaborato finale

    1. L'elaborato finale consiste nella redazione di un elaborato scritto di lunghezza compresa fra 60000 e 160000 caratteri (spazi inclusi), compresa la bibliografia e ogni altra parte dell'elaborato.
    2. L'elaborato deve riguardare un tema concordato fra docente e studente.
    3. Il lavoro deve essere svolto con un significativo grado di autonomia da parte dello studente; dunque la tesi rappresenta una prova che consenta al relatore di valutare la maturità dello studente in termini di capacità di proporre una riflessione critica e analitica, la sua capacità di lavoro in autonomia, la conoscenza della materia e la capacità di reperire materiali utili, la sua capacità di sintesi e di scrittura. Naturalmente questo non esclude il supporto che il docente relatore può fornire al laureando, ma la valutazione dell'elaborato finale dovrebbe tenere conto anche degli elementi valutativi sopra esposti.
    4. L'elaborato, una volta completato, viene discusso dallo studente con il relatore e il docente garante in una data concordata.
    5. La valutazione dell'elaborato è a cura del docente relatore e di un docente garante che lo affianca durante la discussione.
    6. Il punteggio assegnato deve fare riferimento alla sottostante griglia di riferimento. Questo dovrebbe assicurare un buon grado di omogeneità tra le valutazioni.

    Criteri Stesura elaborato finale

    • Scrittura in recto e verso;
    • Almeno 25 righe per facciata;
    • Copertina in cartoncino leggero, rilegatura a colla e non a spirale;
    • Formato dei fogli A4 (per maggiori informazioni consultare anche il Regolamento Studenti)
    • Carattere Times New Roman 12, interlinea 1,5;

    Criteri di valutazione e punteggio

    Calcolo media ponderata

    • Moltiplicare ogni singolo voto d’esame per il numero dei crediti corrispondenti;
    • Sommare tutti i risultati ottenuti dalle  moltiplicazioni;
    • Dividere la cifra ottenuta per il totale dei crediti, esclusi i crediti della prova finale (ossia 174);
    • Dividere il risultato ottenuto per 3 e moltiplicarlo per 11

    Voto - Valutazione elaborato finale

    • 0-1 punto Elaborato di qualità e completezza sufficienti, basato su riferimenti di letteratura essenziali, e che comunque denota un impegno adeguato da parte dello studente.
    • 2-3 punti Elaborato di discreta o buona qualità, che dimostra una adeguata capacità di riflessione critica, arricchito da una buona ricerca della letteratura pertinente.
    • 4-5 punti Elaborato di ottima qualità, che denota elementi di originalità, dimostra una spiccata capacità di riflessione critica, ed è arricchito da riferimenti bibliografici esaustivi.

    Il punteggio massimo ottenibile per una tesi triennale è di 5 punti.
    L'attribuzione della lode può essere assegnata su proposta del docente relatore e del docente garante solo a studenti la cui media ponderata dei voti sia pari o superiore al 105.

    Come presentare domanda di laurea

    Tutte le informazioni sulla documentazione da presentare e sulle procedure per laurearsi, le trovi sul sito di Unife alla pagina:

     Presentare domanda di laurea

    Norme di comportamento

    Gent.mi Studentesse e Studenti,

    sono pervenute diverse segnalazioni e lamentele in merito a spiacevoli avvenimenti e comportamenti poco consoni tenuti dai laureati nelle passate sessioni di laurea.

    Ricordiamo che le attrezzature in dotazione al Dipartimento e non solo, gli spazi sedi delle sedute di laurea, come del resto la città e i suoi monumenti sono patrimonio di tutti.

    INVITIAMO tutti gli studenti, i parenti e gli amici a tenere un comportamento adeguato al contesto universitario, alla convivenza civile e al rispetto reciproco.

    Si rende noto che l'art. 57 del Regolamento studenti prevede quanto segue: Gli studenti " [...] sono tenuti ad osservare comportamenti rispettosi della integrità personale e della dignità altrui nonché del decoro dei luoghi nei quali si svolge l’insegnamento e la ricerca. Sono tenuti a rispettare i regolamenti universitari e ad astenersi dal danneggiamento dei beni di proprietà dell'Ateneo o di terzi, che anche temporaneamente vi si trovino. Gli studenti che, con dolo o colpa grave, danneggiano i beni dell’Università sono tenuti al risarcimento nella misura stabilita dal Consiglio di Amministrazione."

    N.B. Qualora il personale preposto alla sorveglianza dovesse riscontrare infrazioni al Regolamento studenti, chiederà agli autori di tali infrazioni di fornire le proprie generalità, le quali saranno comunicate al Coordinatore di corso di studio, che valuterà caso per caso e a seconda della gravità dei fatti accorsi, se deferire il caso alla Commissione disciplinare di Ateneo per l'applicazione delle sanzioni previste da Regolamento.

    Certi della vostra collaborazione vi auguriamo buona giornata.

    Il Direttore del Dipartimento Prof. Paolo Tanganelli

    Attività POST laurea

    Consulta la sezione Dopo la laurea