OFA

L’accertamento dell’eventuale Obbligo Formativo Aggiuntivo (OFA) sarà effettuato tenendo conto del punteggio ottenuto dai candidati nella prova d’ammissione.

In particolare, tale obbligo aggiuntivo sarà definito sulla base di una statistica effettuata con i risultati conseguiti nella prova parziale di Biologia dai candidati che risulteranno vincitori nella formulazione della prima graduatoria.

Il criterio che definisce tale carenza è rappresentato da un punteggio uguale o inferiore a 3 (tre) nella materia di Biologia: tutti coloro che avranno conseguito in tale disciplina un punteggio uguale o inferiore al minimo stabilito, saranno immatricolati con obbligo formativo aggiuntivo. L'OFA sarà comunicato agli studenti all'atto dell'immatricolazione.

Tale valore sarà preso come riferimento anche per calcolare l’eventuale OFA dei potenziali candidati ripescati nelle fasi successive alla prima graduatoria.

L’obbligo formativo aggiuntivo non ha alcuna influenza sul numero dei crediti che lo studente deve conseguire nel suo percorso di studio né sulla media dei voti: la verifica infatti non produce una valutazione; una volta assolto l’obbligo, inoltre, non si acquisiscono crediti.

La Facoltà a cui afferisce il Corso di studi organizza corsi di recupero per l'aggiornamento delle competenze in ingresso.

Per assolvere il debito Formativo (OFA) lo studente deve superare una delle seguenti opzioni:

  1. l'esame eventualmente previsto al termine dello specifico corso di recupero
  2. la prova parziale per il modulo di Biologia del Piano degli studi
  3. l'intero insegnamento integrato a cui appartiene il modulo di Biologia.

Lo studente ha l'obbligo di assolvere l'OFA entro il termine ultimo per l'iscrizione al secondo anno di corso, deliberato dagli Organi Accademici (per gli immatricolati nell'a.a. 2022/23, 15 dicembre 2022). Se non verrà rispettato questo temine, lo studente verrà iscritto al 1° anno fuori corso.

Test di verifica dei requisiti minimi in accesso

Per affrontare al meglio l’avvio del percorso di studi in Infermieristica sono necessarie conoscenze minime sulle materie di base (biologia, chimica, fisica, matematica), da rafforzare e uniformare. Un test specifico della situazione di partenza e un lavoro mirato di recupero su eventuali carenze potrà essere fondamentale per il passaggio al secondo anno di corso e per una prosecuzione lineare fino al conseguimento titolo nei tempi previsti. Sostenendo le competenze di base, disomogenee per quanto appreso alla scuola superiore, si intende anche fornire un corretto metodo di studio e approccio allo studio universitario, a vantaggio anche delle discipline più specialistiche.

Si propone quindi alle matricole un test di valutazione delle conoscenze minime in biologia, chimica, fisica, matematica, al fine di stabilire il livello complessivo di partenza. Agli studenti, in base al risultato del test, verrà poi consigliata la frequenza dei corsi di recupero OFA trasversali, offerti attraverso didattica online per gli studenti della Facoltà sulle materie di base e tenuti da tutor didattici specifici. Test di verifica successivi potranno valutare i progressi raggiunti ed eventuali azioni correttive di tutorato metodologico andranno a sostenere gli studenti con carenze ancora evidenti.

La verifica, della durata complessiva di 45 minuti, sarà costituita da 45 domande chiuse a risposta multipla, suddivise in 4 aree:

  • 10 domande di Matematica               
  • 10 domande di Fisica
  • 10 domande di Chimica                     
  • 15 domande di Biologia

Lo studente potrà verificare l’esito, grazie alla revisione del punteggio e del test svolto e quindi delle domande e delle risposte date, per tutte le 4 aree.

Il test è reso accessibile dopo l'immatricolazione per tutti gli studenti e le studentesse del CdS in Infermieristica (sedi di Ferrara, Pieve di Cento, Adria). E' possibile sostenere la prova in remoto presso una postazione personale.

Modalità di svolgimento del test e istruzioni per l'accesso a.a. 2022/23