Frequenza volontaria

Si consiglia lo svolgimento della frequenza volontaria di strutture sanitarie dopo il primo semestre del Quarto Anno di corso, ovvero quando si ha già ottenuto l'Attestato di Sicurezza nei Luoghi di Lavoro (Rischio Alto), il Certificato di Idoneità alla Mansione e, soprattutto, aver sostenuto gli esami di materie cliniche.

Informazioni sulle visite di idoneità per attività di tirocinio obbligatorie o volontarie

Per ulteriori informazioni sulle visite di idoneità per attività di tirocinio (obbligatorie o volontarie) consultare la nota pubblicata alla pagina della Sorveglianza Sanitaria sul Sito del corso di studio.

Frequenza volontaria di strutture sanitarie universitarie/ospedaliere/territoriali

La frequenza volontaria di strutture sanitarie universitarie/ospedaliere/territoriali, è da intendersi come una opportunità utile alla formazione professionale che potrà migliorare in seguito alla collaborazione con altre realtà organizzative, all’interazione con nuove persone e figure professionali e, in generale, alla realizzazione di nuove esperienze.

La frequenza volontaria, che non si configura né come “tirocinio curriculare” né come “tirocinio extracurriculare”:

  • può essere svolta quale approfondimento di una specifica disciplina o per conoscenza  personale.
  • non da luogo al riconoscimento di CFU e/o premialità sul voto di laurea
  • non richiede l’individuazione di un Tutor Aziendale e di un Tutor Universitario.

Può essere svolta da tutti gli studenti regolarmente iscritti, quindi in regola con il pagamento delle tasse, indipendentemente dal loro tipo di iscrizione (in corso, fuori corso, ripetente), presso strutture sanitarie pubbliche e/o private in Italia e/o all’estero, seguendo le indicazioni riportate nel Regolamento di “frequenza volontaria” predisposto da ciascuna struttura. Si invitano gli studenti interessati a verificare se la struttura sanitaria individuata quale sede di frequenza, dispone di un regolamento specifico.

L’attività svolta dagli studenti durante la frequenza volontaria è esclusivamente di tipo osservazionale.

Trattandosi di attività “volontaria” e non “curriculare” (quindi obbligatoria prevista dal percorso di formazione) non vale la copertura assicurativa attivata dal pagamento della tassa di iscrizione annuale presso l’Università degli Studi di Ferrara. Pertanto il Regolamento di ciascuna struttura potrebbe richiedere di sottoscrivere una polizza assicurativa a carico dello studente.

La frequenza volontaria non può essere svolta presso:

  • gli  ambulatori dei Medici di Medicina Generale che svolgono per gli studenti del corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Ferrara, il ruolo di Tutor per il Tirocinio pratico-valutativo per l’esame di stato (TPVES)
  • le strutture sanitarie ed ambulatori dove il Referente aziendale presenta vincoli di parentela con lo Studente

Importanti informazioni

La frequenza volontaria, solo se svolta per almeno 100 ore, rientra tra i parametri di “Premialità” ai fini del voto di laurea solo per iscritti al 6° anno e FC nell'a.a. 2022-23 (vedere Regolamento di laurea) e può essere svolta più volte durante gli anni di iscrizione al corso di laurea, ma il punto attribuito è al massimo uno; le ore svolte (in periodi e/o sedi diverse) non sono cumulabili tra loro.

Per tutti coloro che hanno già svolto la frequenza volontaria per punto aggiuntivo attivata prima dell'1 settembre 2022: Rimane valido il punto aggiuntivo delle 100 ore già svolte, indipendentemente dalla data di laurea.

Per chi sarà iscritto fino al 5° anno nell'anno accademico 22-23: non sarà più previsto il punto aggiuntivo per frequenza volontaria; lo/la studente/sudentessa potrà usufruire del punto aggiuntivo se conseguirà un numero di CFU D maggiore di 15, avendo tutto il tempo necessario per modificare il Piano di Studio. (Si ricorda che il Piano di studio può essere modificato ogni anno dal 1° settembre al 15 dicembre, dal 1° al 6° anno fino a che si è iscritti in corso).

Ulteriori informazioni sul Regolamento di Laurea (che sarà in vigore dalla seduta di Laurea di Giugno 2024) sono pubblicate alla pagina:

Regolamento di Laurea

Progetti SISM e punto di premialità

Ai soli fini del punteggio di premialità del voto di laurea (vedi Regolamento di laurea) sono equiparati alla frequenza volontaria  se svolta per almeno 100 ore, i seguenti progetti SISM:

  • Clerkship Italiane (Clerkita)
  • Scambi Internazionali Professionali e di Ricerca

È richiesto allo studente il possesso di una attestazione finale di partecipazione che indichi chiaramente la descrizione, il periodo e/o le ore delle attività svolte. Tale attestazione di partecipazione dovrà essere caricata nel Form punti aggiuntivi per Laureandi, che è inviato via mail MD per ogni sessione di laurea.

L'assicurazione fornita dall'Università degli Studi di Ferrara agli studenti regolarmente iscritti al corso NON è valida per la partecipazione ai progetti SISM poiché tali progetti non sono attività autorizzate, intermediate o controllate dall'Università.

Frequenza volontaria per tesi (NON è un tirocinio)

Gli studenti del 5° e 6° possono svolgere «Frequenze volontarie PER TESI» presso:

  • Sedi AOUFE o AUSLFE
  • Sedi esterne già convenzionate con Unife
  • Sedi esterne NON convenzionate con Unife

Per l'attivazione fare attenzione ai punti di attenzione sotto indicati:

Sedi AOUFE o AUSLFE

Vale la copertura assicurativa Unife

Vale il certificato di idoneità rilasciato da Unife

Non è possibile svolgere alcun tipo di attività pratica e/o assistenziale

E’ possibile svolgere solo attività di tipo osservazionale.

Serve MODULO Unico firmato dal  referente aziendale (Direttore UO) e dal Tutor universitario (Relatore).

Prima di iniziare, inviare via mail al Manager Didattico una email completa dei seguenti tre documenti:

Lo studente deve prendere accordo diretto con Direttore UO.

Sedi esterne già convenzionate con Unife

Vale la copertura assicurativa Unife

Vale il certificato di idoneità rilasciato da Unife

Non è possibile svolgere alcun tipo di attività pratica e/o assistenziale

E’ possibile svolgere solo attività di tipo osservazionale.

Per l'attivazione dovrà essere usata la 

Sedi esterne NON convenzionate con Unife

Richiedere attivazione convenzione con Unife, poi seguire l’iter per frequenza volontaria per tesi in strutture convenzionate Unife (ALMALAUREA)

OPPURE

Riferirsi ai Regolamenti Aziendali ma in tal caso NON vale la copertura assicurativa Unife. Il tesista provvede autonomamente a garantire la copertura assicurativa.